16 January 2019

The most magical time of the year


Lo avevo un pochino perso lo spirito natalizio, lo ammetto.. era rimasto tra una carta luccicante e un chiudipacco di pignette e fiocchetti tartan di quelli preziosi della merceria sotto casa, lo avevo perso in un piatto di tortellini (rigorosamente senza brodo per me, lo detesto!) a casa della nonna, sul tappeto di casa mia a scartare regali con mamma e papá e i nostri pelosotti, davanti all'albero di plastica con quelle decorazioni coloratissime e anni ottanta che ora mi sembrerebbe un pò orribile ma che a quei tempi era "la gioia piu grande dell'anno", sulle briciole della tavola della nonna imbandita con la tovaglia bianca delle feste, sul divano con i miei cugini a giocare con i nostri tanto attesi giochi nuovi, nel salotto dell'altra mia nonna con le luci calde della sera, il presepio con gli specchietti a creare un ruscello sotto il ponte, il pianoforte che suona musica calda e familiare, sempre la stessa anno dopo anno, era rimasto li' nella mia infanzia felice, nella magia della notte in cui arrivava Babbo Natale e la mattina ritrovavo una marea di pacchetti di un vecchietto barbuto davvero troppo generoso.

***

I  had somehow almost lost my Christmas spirit, I have to admit it.. I had left it somewhere among the shiny wrapping paper and the beautiful precious wrapping decorations made of pine cones and tartan bows, bought in the haberdashery just around the corner, I had left it in my granny's home in a plate of tortellini (without broth as, despite it being very popular and traditional in Italy, I have never been a fan at all of anything soup-y and broth-y!), on the rug at home, unwrapping gifts with my mum and dad and our fur babies, in front of a very plasticky, very colourful, very eighties Christmas tree, that I would find slightly ugly now but that at the time, was the most magical and special sight of the year to me, I had left it on the crumbs over the special white festive tablecloth on my granny's table, on the sofa with my cousins while playing with our special long desired new gifts, and in my other granny's cosy lounge on Christmas evening, with dim lights and the beautiful big nativity with the little mirrors creating a stream under the bridge, and the piano creating those familiar and warm notes, played year after year, I had left it there, in my happy childhood, in the magic of the night when Father Christmas arrives and of the morning where I used to find so many gifts from a way too generous old white bearded man.


(Malmesbury, Wiltshire)

(our Garden Centre dressed for Christmas - il nostro garden centre vestito per il Natale)

(our Garden Centre dressed for Christmas - il nostro garden centre vestito per il Natale)

(Malmesbury, Wiltshire)

(our kitchen shelf dressed for Christmas - la nostra cucina vestita per il Natale)

(Malmesbury, Wiltshire)

(kids' bedroom window on a frosty December morning - dalla camera dei bimbi in una gelida mattina di Dicembre)

Per anni ho cercato di reinventarla questa magia, nonostante le cose siano cambiate immensamente e in modo drammatico nella mia famiglia, rispetto a quegli anni, e con un pó di sforzo a volte ci sono anche un pochino riuscita, tante volte meno. Poi sono arrivati loro, e la nostra vita si é ribaltata, ma proprio ribaltata. E nonostante la stanchezza di un anno molto ma molto piú complesso e faticoso (per molti aspetti) di quello che avrei mai potuto immaginare (non amo lamentarmi in rete, e lo faccio raramente, anche perché alla fin fine, in rete non si sa mai come comportarsi, che se si dice che va tutto bene, non si é realisti e si fa vedere la famiglia mulino bianco che chiaramente non esiste, e se invece ci si lamenta di problemi piú o meno grossi, ci sará sempre qualcuno che li ha piú grandi di te, e quindi é stupido lamentarsi, e ahime' ne conosco, sia in rete che non, diverse di persone che affrontano incubi tremendi ed inimmaginabili che in confronto i miei son ridicoli), un anno che in inglese definirebbero "challenging" (non so bene come tradurre ma direi complicato, difficile, pieno di sfide praticamente giornaliere), e nonostante un autunno davvero pieno e distruggente per via di cose piacevoli e non, nonostante una marea di faccende burocratiche (grazie infinite Brexit..) che ci hanno tenuti impegnati e ci hanno tolto ogni energia e ogni attimo libero negli ultimi mesi, nonostante mille pensieri su decisioni, molto piu grandi di noi, per il futuro che si fanno sempre piú pressanti e che ci angosciano non poco, nonostante tutto questo io davanti a quell'albero che profuma di bosco, a quelle decorazioni fatte a mano nel tempo o prese in posti speciali anno dopo anno, davanti a quelle manine che appendono i decori e a quegli occhietti incantati dalle lucine, davanti a tutta questa magia ho sentito lo spirito del Natale piú forte che mai e sono tornata bambina, la sera della vigilia di Natale, aspettando come i miei bimbi l'arrivo della notte piu bella dell'anno.

***

For years I have tried to find all that magic again, to create it myself, despite the fact things in my family dramatically changed compared to when I was a kid.. sometimes I was almost successful, sometimes I was not. Then the little ones arrived, and our life was turned upside down, literally upside down. And despite this year being way more difficult and tiring, (on so many levels) than I could have ever forecasted (I hate to complain in general, but I especially hate to complain online, as here you never know what to say and how much to say, because if you never complain and only show happy things, it looks like you are showing the perfect family life that certainly doesn't exist, but at the same time, if you complain and talk about the lows, then there will always be someone in a worse situation so you shouldn't really complain, and I certainly know a few people, both online and offline that are dealing with such nightmares that are almost unimaginable to me), a year that I think I can define as "challenging" to say the least, and despite a very tiring autumn, full of good, but also not so good things, and a load of bureocratic matters (thank you so much Brexit..) that took all our energy and free time in the last few months, and despite all the huge impending life decisions, way too big for us to be able to make a sensible choice, despite all of this, when I was in front of that tree that smells of forest, in front of those decorations, partly handmade, partly bought, year after year in special places dear to us, in front of those little hands hanging up an ornament and those little eyes mesmerised by the twinkling lights, in front of all this magic, I felt all the Christmas spirit I had missed so much, and I just felt like a child again, I felt like I was feeling on Christmas eve, waiting for the arrival of the most wonderful night of the year.

(Malmesbury, Wiltshire)

(let's decorate! - si veste la casa per le feste!)

(let's decorate! - si veste la casa per le feste!)

(let's decorate! - si veste la casa per le feste!)

(let's decorate! - si veste la casa per le feste!)

(let's decorate! - si veste la casa per le feste!)

(cuddles under the Christmas tree - coccole sotto l'albero)

(Malmesbury, Wiltshire)

(Malmesbury, Wiltshire)

(Malmesbury, Wiltshire)

Il periodo dell'avvento, si sa, é spesso piu bello del giorno di Natale stesso. Quest'anno mi ero imposta di fare le cose con calma, di prendermi per tempo, di fissare delle prioritá, di rendere questo periodo davvero pieno di ricordi da portare con noi. I bimbi sono ancora piccoli, ma Adele, avendo 3 anni, inizia a capire abbastanza e cosí il periodo dell'attesa é stato scandito da un calendario dell'avvento (preconfezionato con giochini Playmobil per lei... un giorno avró tempo di farne uno handmade.. un giorno... chissá..., e classico con le finestrelle che si aprono e senza nessun cioccolatino ne' nulla per me.. mi ricordava tanto quelli  che avevamo in casa quando ero piccina piccina) e da giri natalizi in paesetti che in quel periodo dell'anno sembrano ancora piú incantati del solito, con le finestre addobbate a piccoli villaggi invernali o con presepi fatti a mano, con gli alberi di Natale pieni di lucine da sbirciare nei salotti, e con i negozi pieni di addobbi e le porte dei cottage ognuna con la sua stupenda corona. E anche da riti che vorremmo diventassero nuove tradizioni della nostra piccola famiglia che un giorno, spero, saranno ricordi scaldacuore per i piccoletti.. il pattinaggio sul ghiaccio nel garden centre piú natalizio del mondo (il Whitehall di Lacock, un posto pazzesco a Natale), le renne da incontrare e la foto di rito sulla slitta di Babbo Natale, il treno a vapore Santa Express (qui é un usanza tipica e ce ne sono quasi in ogni paesetto, anche perché in Gran Bretagna c'é una grande passione per le cose storiche e antiche, tra cui stazioni vittoriane perfettamente conservate in cui viaggiano ogni weekend tanti treni a vapore, e in cui vengono spessissimo fatte rievocazioni in costume degli anni vittoriani, ma anche del periodo delle guerre o degli anni 50) e il Santa's grotto (una specie di casetta/caverna, che puó essere nei villaggi, nei garden centre o nei centri commerciali, dove i bambini inglesi tradizionalmente incontrano Babbo Natale durante l'avvento, che consegna loro un piccolo dono), la casetta di pan di zenzero da costruire e decorare, i biscotti di Natale da infornare e consegnare a chi si vuole bene...

***

The period before Christmas, I am sure many agree with me, can often be even more special than the big day itself. This year I really tried to do everything slowly, to prioritise, to make that period really a special one to fill with memories to forever take with us. The children are still young, but Adele, being three, is beginning to understand a lot, so the Advent period was celebrated with Advent Calendars (a toy Playmobil one for Adele, .. but one day I will find the time to make a handmade one for the kids.. one day.. and a simple, vintage style, without chocolate or treats for me, that reminded me so much of my childhood), with some strolls in beautiful little towns and hamlets, where the cottage windows where decorated with magical Winter Villages and beautiful handmade nativities, and where you could peek the Christmas trees warming up the lounges, and where the shops where full of cheerful decorations and every front door had a beautiful wreath to add to the festive feel. We made the most of the Advent time creating new rituals that we hope will become family traditions that one day, I hope, the kids will remember with a heartwarming feel... ice skating in the most Christmassy garden centre of our neck of the woods (Whitehall garden centre in Lacock.. magical.. just magical..), and meeting real reindeer and taking a picture on the sleigh, and a ride on the Santa Express steam train (as it's traditional here in the UK, as most areas have at least one antique train station close by, mainly dating back to Victorian times or earlier, where steam trains are still running for touristic purposes and for historic reenactments, covering the Victorian times, or the War period, or the fifties and so..) and visiting the  Santa's grotto, and building and decorating a gingerbread house, and baking Christmas cookies to enjoy and to gift to the loved ones...

(Elf at work - Elfa al lavoro)

(our Christmas - il nostro Natale)

(Elf at work - Elfa al lavoro)

(Elf at work - Elfa al lavoro)

(Elf at work - Elfa al lavoro)

(our Christmas - il nostro Natale)

(our Christmas - il nostro Natale)

(ice skating.. among tantrums! - pattinaggio sul ghiaccio.. tra un capriccio, o meglio scenata, e l'altra..)

(Fairford, Gloucestershire)

(Santa's workshop: he added stickers with pics on the parcels tags so the kids could guess straight away the recipients! Clever Santa ! 
-
Il laboratorio di Babbo Natale: ha aggiunto degli stickers con le foto dei destinatari dei regali, cosí i bimbi potevano capire subito per chi era il regalo! Bravo Babbo Natale!)

(making gingerbread houses - decorando casette di pan di zenzero)

(Christmas yumminesses - dolcezze natalizie)

(Santa Express)

(Santa Express)

(Santa's grotto, met at the end of the steam train ride - il Santa's grotto, la destinazione del nostro viaggio sul treno a vapore)

E poi la notte piu magica di tutte... per la prima volta ho deciso di adottare un'usanza (che credo arrivi dagli Stati Uniti?) di cui avevo sentito parlare un paio di anni fa, ma aspettavo che almeno Adele avesse l'etá giusta per apprezzarla. La Christmas Eve Box (Scatola della vigilia). Una scatola, da aprire la sera della vigilia, dove inserire quello che si vuole. Di solito possono esserci pigiami per la notte di Natale, calzetti comodi e natalizi, qualche dolcetto, una cioccolata calda (in busta) per i bimbi un pó piú grandi, un film da vedere assieme la sera della vigilia e un libro da leggere prima della nanna e magari una lettera di Babbo Natale  e un pupazzo o qualche piccolo pensierino se lo si desidera. L'idea é di rendere ancora piú coccola e magica l'attesa di questa notte speciale. Io ho messo dentro due pigiamini natalizi (io li ho presi una taglia piú grandi, cosí andranno bene anche durante il periodo prenatalizio l'anno prossimo!), due paia di calzettoni natalizi, due piccoli sacchettini con un biscotto fatto da me, un dvd (una piccola raccolta di episodi Natalizi di Peppa Pig!) e un libro Natalizio da leggere prima di dormire.
E' stato bellissimo vedere lo stupore negli occhi di Adele per questa cosa cosí strana (tornare giu a vedere la tv con un biscotto da mangiare con il pigiama sul divano con mamma, papá e nonni é stata davvero una cosa strepitosa per lei!) e spero resterá negli anni un ricordo bellissimo e una tradizione di casa per entrambi.
Naturalmente abbiamo lasciato anche  un biscotto e un bicchiere di latte per Babbo Natale e la carota per Rudolph!
La giornata di Natale é andata, per vari motivi, diversamente da quello che sognavo e immaginavo, ma spero comunque per i bimbi rimarrá il ricordo di tutto ció che comunque di positivo c'é stato.. di quella mattina cosí incredibile.. di arrivare in salotto e trovare LA sorpresa, della tazza di latte vuota, e le briciole e i pezzetti di carota lasciati da Babbo e renna... e dei regali da spacchettare in pigiama coi nonni e degli wooow uuuuuhhh.. quell'emozione incontenibile, quel luccichio negli occhi, quella felicitá della tanta attesa finalmente ripagata, della magia di quella notte e di quella mattina vista attraverso i loro occhi.. 
il vero spirito del Natale.

***

And then, at last, the most magical night of all... when for the first time in my life I decided to try a new custom (that I think originally comes from the US?) that I had first heard of a couple of years ago, but I was waiting for Adele to be old enough to understand and appreciate this. It's the Christmas Eve box. A box to open on Christmas eve night, to fill with whatever you prefer. Usually people put fresh new pyjamas to be comfy on such a special night, some new socks, some sweets or treats, maybe a chocolate drink (sachet) for the older kids, and a Christmas movie for the night, and a Christmas book to ready before bedtime, and maybe a little cuddle toy, and a letter from Santa or whatever you prefer. The idea is to make even more cosy and magical that wonderful night. I put two Christmassy pyjamas (I bought them one size up so hopefully I'll be able to use them next year during the Advent period too!), two pairs of sweet Christmas socks, two little bags with homemade cookies, a dvd (Peppa's Christmas special with a few Xmas episodes) and a Christmas book to read before bedtime.
It was so amazing seeing Adele's eyes taking everything in (going back downstairs after the bath, and them sitting with their pyjamas and a cookies to eat, with mum, dad and grandparents on the sofa, in the lounge only lit by Christmas lights, to watch tv before bed for the first time ever... a totally crazy experience for them!) and I hope it will stay a nice tradition to repeat every year and a lovely memory for both of them. 
Of course we also let a cookie and a glass of Milk for Santa and a carrot for Rudolph!
Christmas day, for various reasons, didn't go at all as I had imagined and dreamed of, but I still hope the kids will have the memories of all the good things they experienced nevertheless... of that magical morning entering the lounge and finding THE surprise, of the empty plate with the glass without milk and only crumbs of cookie and carrot left, of the time spent unwrapping the gifts in their pyjamas with the grandparents, of the WOOOOW UUUHHH OOOHHH ... that uncontrollable excitement, that sparkle in their eyes, that happiness after all the waiting, the magic of that night and of that morning seen through their eyes.. 
the real Christmas spirit.

(Christmas Eve box - la scatola della vigilia di Natale)

(Christmas cookies - biscotti di Natale)

(He's been! - E' passato!!!)

(Christmas day - il giorno di Natale)

(Christmas day - il giorno di Natale)

(Christmas day - il giorno di Natale)

(Christmas day - il giorno di Natale)

(our Christmas - il nostro Natale)


Un abbraccio! A presto!

***

Hug from me and see you soon!

Photobucket

11 January 2019

Seasonal living - Autumn wonderland (part 3 - November)

Ohhhh Novembre, dolcissimo Novembre.. tutti (me compresa, lo ammetto) decantano Ottobre come fosse il culmine dell'autunno, e mi sento sempre un pó triste quando Ottobre finisce, pensando "ecco, l'autunno é giá volato via" ma tu Novembre sei a tratti ancora piu bello. 
Tutte le foglie che colorano gli alberi in Ottobre in Novembre cadono, e gli alberi diventano spogli ma per terra é un tappeto colorato e meraviglioso.
Si é vero é giá Gennaio, l'autunno é finito da un pezzo, il Natale giá un ricordo, e inzia quell'inevitabile desiderio di Primavera e bulbi e colori pastello e sole... ma... siamo effettivamente ancora nel pieno dell'inverno (e la primavera, specie a queste latitudini, é ancora un miraggio molto lontano) quindi non mi pare troppo fuori stagione raccontarvi ancora un pó del mio amato autunno.. dato che i mesi scorsi sono stati davvero densi e pieni e non ho avuto un solo istante libero per pensare al blog.

***

Oooooh sweet sweet November... everyone (included me, actually) always praise October as if it was Autumn's peak, and I admit I always feel quite sad when October ends, as I tend to think "that's it, Autumn has gone" but, November, you can be even more beautiful than October is.
All the leaves that make the trees beautiful in October, fall down in November so on the ground, everywhere you look at, it's all a wonderful and colourful crunchy carpet.
And yes, it's true, we are in January, Autumn has long gone, Christmas is already a memory, and that inevitable desire of Spring, bulbs, pastel colours and sun is arising... but... we are still in the depths of Winter (and Spring, especially at these latitudes, is still a long long way from now) so I don't feel like it's too much out of season telling you about my beloved Autumn for just a little bit longer.. as the last few months have been so hectic and full and I never had a single spare moment to spend here on my blog.







Ormai penso sia piú che evidente, che il blog é soprattutto per me stessa, lo ripeto sempre lo so, ma é che penso che parlare di autunno a gennaio sia la cosa piú assurda che esista dal punto di vista "social". Su instagram per lo meno, é tutto un rincorrere la prossima cosa, la prossima stagione, il prossimo evento.., io invece qui arrivo sempre in ritardo.. devo vivere le cose, le stagioni, fotografare, assorbire e poi nei rari momenti di  calma e quando riesco, scegliere le foto e raccontare. Le tempistiche e l'aspetto "social" non mi interessano molto a me basta avere un diario da rileggere e delle foto che mi scaldino il cuore da ripercorrere negli anni a venire... Credo che anche alle lettrici piú affezionate non interesserá se sono poco sincronizzata coi tempi e se arrivo sempre in ritardo.. l'importante, penso, sia portare un pó di ispirazione, un sorriso e distribuire bellezza.

***

I am sure it's completely obvious by now that this blog is mainly for my benefit, I said this so many times I know, but it's just that talking about Autumn in January seems like the less "social" and web-wise thing to do ever. At least on Instagram it's all about chasing the next thing, the next season, the next event... while I always come so late... I need to live the moments, to feel the seasons, to take pictures, to collect them, to soak up everything and then, in the rare spare and quiet moments, if and when I am able to, I finally choose the pictures and come here to write. The timings and the social aspect and "rules" are really not important for me.. I just want to have a diary to come back to in the future years, full of pictures and words that warm my heart... I have a feeling that many of my most loyal readers will agree with me on this, and they won't care if I am not synchronized with the "social" world uses and timings.. I think the most important thing is to inspire and to spread beauty.







Il nostro Novembre é stato pieno di passeggiate/biciclettate al sole, (abbiamo avuto un autunno davvero meraviglioso, che abbiamo poi pagato con un dicembre molto grigio e un gennaio ancora peggio..), di foglie e bacche da raccogliere (sai che novitá direte voi!), grandi querce su cui arrampicarsi (o meglio insistere fino allo sfinimento perché la mamma ti sieda su quel ramo che sembra proprio una poltroncina da cui sentirsi cosí in alto anche se in realtá é a poco piú di un metro da terra!), stivali infangati, berretti caldissimi, gnocchi di zucca (la nostra ultima fissa...), passeggiate colorate in campagne bellissime, un compleanno specialissimo da preparare (vedi qui), profumo di funghi, passeggiate stupende in villaggi incantati che si colorano di rosa al tramonto (un pódi foto qui.. altre arriveranno in un altro post)... perché i tramonti di autunno son qualcosa che non si puó spiegare.. e cappottini da finire (vedi qui) e salopette da iniziare (coming soon), e pomeriggi silenziosi rubati alle mille faccende domestiche e di vita, seduta in cucina a dedicarmi a questo angolino finché i piccoli dormono (quando dormono, perché la folletta ultimamente ha deciso che dormire é per i bambini piccoli e ormai i riposini pomeridiano sono un terno al lotto.. quindi se giá mi vedevate poco, non so in futuro se andrá meglio, anzi..), calze color senape e vestiti di lana..

***

Our November was full of sunny walks/bike rides (we had such a wonderful autumn, but we then paid back with quite a grey December and even worse January..), and of pink and red berries and pretty leaves to collect (oh! that's something new, you will probably say!), mighty oak trees to climb (well, more like begging mummy to put her on that branches that look like a chair, where she can feel she is on top of the world even though that is actually slightly more than a metre from the ground!), muddy boots, warm hats, butternut squash gnocchi (our latest obsession..), colourful country walks, a special birthday to organise (see here), smell of mushrooms, strolls in beautiful enchanting villages that in the late afternoon become magical with those amazing pink autumn sunsets that are hard to describe with words,... and knitted coats to finish (see here) and dungarees to cast on (coming soon), and rare quiet afternoons stolen from house and family duties to devote to myself and to this corner of my world, sat at the kitchen table writing my blog while the little ones nap (when they nap, as my pretty pixie has decided she is too old for napping so now, afternoon naps are a complete bet every day, they may happen or not, so if I was not coming here often, I don't think this is going to improve soon..) and mustard coloured tights and woolen dresses..









Ecco queste foto, che naturalmente sono solo uno spicchio, un piccolissimo spicchio di quello che son stati questi mesi.. uno spicchio che sa di calore, di calma, e di coccole, anche se spesso la nostra vita é tutt'altro.. (ma veramente veramente tutt'altro.. che di fiabesco ha molto molto poco..) queste foto, questi momenti e queste sensazioni, sono quelle che voglio portare con me e ricordare nel tempo..
***

And so these pictures, that obviously are just a very very small portion of what these months have been... a small portion that feel like warmth, cosiness and calm to me , even  though most of the time our life is way different from all of this (but seriously, way way different.. our life many days is the exact opposite of the calmness and fairy tale feeling that these pics have!).. these pictures, these moments, as brief as they may have been, these feelings, are what I want to take with me and to remember in the future..







Un abbraccio a chi passa di qui! ... e Buon Anno!

***

Hugs to all of you passing around here! ..and Happy New Year!


Photobucket