31 January 2017

Those golden slow days...

Non dovrei proprio essere qui a scrivere in questo momento... le mie "due ore scarse" giornaliere da dedicare al lavoro potrebbero scadere da un momento all'altro (leggasi Adele si puó svegliare dal pisolino) e piú di un'ora me la sono fumata in cose e doveri di casa... e ho tanti tanti work in progress, tante tante mail a cui rispondere, tanto lavoro da finire, pacchi da preparare... ma se non pubblico questo post ora, so che non lo pubblico piú, perché almeno fino a questa sera a mezzanotte é ancora gennaio e quindi direi che sono ancora "in regola" a mostrare qualche corona natalizia, qualche bacca rossa, qualche foglia ghiacciata.. 

***

I really shouldn't be here right now writing on the blog... my two hours (barely) a day when I can work could end from one moment to the other (read: Adele could wake up from her afternoon nap) and more than an hour has already gone with house duties and other boring stuff... and I have so many works in progress, mails to answer, jobs to finish, parcels to prepare... but if I don't post this now, I know I won't post it anymore, as until midnight we are still in January, and I think it should still be "allowed" to post about Christmassy wreaths, red berries and frozen leaves...





...che da domani é febbraio (quanto mi piaci febbraio!) e le giornate si allungano e le gemme si ingrossano e gli strati addosso si alleggeriscono (beh, si vedrá) e si inizia a volare con la fantasia alla primavera. Ma intanto mi godo questo ultimo giorno di questo lungo Gennaio (che é stato meno peggio del previsto), un giorno uggiosissimo da stare appollaiata in casa e lo saluto con qualche foto tratta da una passeggiata che non so come altro definire se non "dorata" (quel sole basso basso e avvolgente dei pomeriggi invernali non ha eguali) agli Slaughters fatta durante le ormai lontanissime vacanze Natalizie.

***

...as tomorrow will already be February (I do fancy you February!) and days will be getting longer and longer and buds on the trees will get fatter and fatter,  and layers of clothing will start to be shed (well.. we will see on that one..) and you start fantasizing about Spring. But in the meantime I'll enjoy this last day of this long January (that to be fair has been not as bad as I had expected it to be), a very gloomy and rainy day, a perfect day to stay cosy at home.. and I say farewell to this month with some pics from a walk in the Slaughters we had during our Christmas holidays. A walk I mainly remember for its "golden" light (that golden and special light from the very low sun in those amazing wintry days).




La passeggiata era la solita da Lower Slaughter ad Upper Slaughter,  per sgranchirci le gambe dopo un buon pranzetto a Bourton on the Water (qui, piaciuto tanto, sia la location che la pappa). Passeggiata che conosciamo a memoria, breve, perfetta per quei pomeriggi cortissimi in pieno inverno, in cui tanto lontano non si puó andare prima che arrivi il tramonto. Stivali e berretto, marsupio e macchina fotografica e via che si va. 

***

The walk was the usual one from Lower Slaughter to Upper Slaughter, to stretch our legs after a very good lunch in this lovely place in Bourton on the Water. A walk we know very well, a short one, perfect for those very short Wintry afternoons, when you can't really go that far before the sun decides to set down. So boots and hats, baby carrier and camera, and up we go.





Ghiaccio, brina, foschia, luce dorata, natura da respirare, bellezza da assaporare.. posti visti e rivisti eppure la bellezza e la natura non stancano e non annoiano MAI. 

***

Frost, fog, a soft golden embrace, stunning nature to breathe in, beauty to enjoy... these are places we very often visit and know by heart but they never EVER bore us.



Un abbraccio

Photobucket

19 January 2017

Lily... the little cotton rabbit

Ora che sto riprovando a prendere in mano le redini del blog, quando ci riesco, nei ritagli di tempo (totalmente inesistenti.. me li devo ricavare io e semplice non é), ho una serie di (poche) cose fatte (tutte o quasi per Adele, ma mi sembra ovvio sia cosí) nello scorso anno che mi sembra bello mostrare e condividere nel blog come sempre ho fatto da quando l'ho aperto.. per spargere nell'etere un pó di bellezza, un pó di creativitá, un pó di possibile ispirazione, un pó di serenitá..
Una delle cose create che ho particolarmente amato é questa coniglietta.. da noi chiamata coniglietta Lily. 

***

Now that I am finally trying to come regularly back in my blog, when I manage to, in my little spare time (that is actually not existent.. I need to create it and it's not very easy), I have a series of a few crafts made in the last year (mainly for Adele, as it's probably pretty expected...) that I would love to show and share on my blog as I have always done in the past.. t spread trough the web a bit of beauty, a bit of creativity, a bit of possible inspiration, a bit of happiness..
One of the creations I have mostly loved is this rabbit girl.. that we called Lily the rabbit.


L'ho creata durante l'estate. Iniziata a metá agosto, in quel periodo in cui, qui in Inghilterra, l'estate (la poca estate.. se c'é.. e non é detto che ci sia) é giá quasi finita, che a fine Agosto, o anche molto prima, giá si respira aria di Autunno, perché il meglio in genere lo danno Giugno e Luglio. E cosí la maglia ci sta proprio bene e mi é venuta voglia di tirare fuori ferri e gomitoli che erano in pausa da un pó.

***

I made her during Summer. I started her around mid August, in that time of year when, here in England, Summer (well.. if we get any Summer at all, which is always a bet) is already almost over, as at the end of August or even before, we already feel all the Autumn vibes around here, and the best of Summer usually is during June and July. So it's just the perfect time for knitting and I felt like taking out needles and yarn that had been stored away for a bit too long.





Con l'occasione per fare il cardigan alla coniglietta ho anche imparato una nuova tecnica che male non fa. Ma ammetto che l'ho detestata con tutto il mio cuore :( Si tratta della maglia in circolare con 4 ferri a doppia punta (tradotto dall'inglese, non chiedetemi come si chiama in italiano non ne ho idea..) e non so come ho fatto a barcamenarmi con 4 ferri e un lavoro minuscolo.. é stato difficilissimo...!!!!! Beh come sempre il risultato alla fine ti fa dimenticare la difficoltá e devo dire che adoro il risultato :)

***

During this project I also had the chance to learn a new technique to make the cardigan for the rabbit. I have to be honest and say that I basically hated every inch of this new technique :( It's basically knitting in the round with dpns (double pointed needles), and I can't believe how many tricky it was to work with these 4 needles and juggle them among my fingers to work on this little cardi.. it was really really hard!!!#But anyway the result, as usual, makes you forget the trickiness of it all :) I really love her.


Il pattern della coniglia lo avevo acquistato come sempre mesi o addirittura anni fa, (poi prima o poi...) ed é della pazzescamente brava Julie di Little Cotton Rabbits. Amo tutti i suoi animaletti e non c'é dubbio alcuno che questa coniglia sará solo la prima di una serie.. mi conoscete ormai, il motto é pian pianino.. molto pian pianino.. e prima o poi..

***

I had purchased the pattern for this rabbit months or even years ago, and it's from the extremely talented Julie of Little Cotton Rabbits. I absolutely adore all her knitted animals and I am pretty sure I will make many of them in the  future, sooner or later...sooner or later.. slowly... you know me by now...



Quello che mi fa impazzire oltre alla dolcezza dell'espressione e alla coccolositá nel complesso, sono i piccoli dettagli. I bottoncini mini, il pom pom sulla coda, e le scarpe?! Cosa non sono quelle scarpe?!

***

What I love most about her is the sweetness of her face and how cuddly she is, and then the little details. Awww the little buttons and the pon pon tail.. and the shoes?! Awww too cute for words!




La coniglietta Lily se ne sta seduta sul divano in cameretta di Adele tutto il giornoe alla sera prima di dormire facciamo il giro per salutare tutti gli animaletti della camera (sia i pupazzi che quelli nei quadretti) e non sia mai che dimentichiamo di salutare e abbracciare la coniglietta Lily!

***

Lily the rabbit is usually all comfy on Adele's bedroom sofa and at night, before she goes to bed, she wants to greet all her animals (both the softies and the ones in the pictures on the wall) and she always to cuddle her beloved Lily!


Per crearla ho usato avanzi di lane o comunque gomitoli che avevo giá in casa e non ricordo assolutamente ne' quantitá ne dettagli precisi ma in linea generale ho inserito nella mia pagina Ravelry tutto quel poco che ricordavo!

***

To make her I used yarns from my little stash and I don't remember quantities or other details, but I tried to put on my Ravelry page all the info I remember!



Photobucket

9 January 2017

Those enchanting December days

In questo lunedí di Gennaio buio, uggioso, umido, ventoso e piovoso, quelle giornate di vacanza di Dicembre, cosí luminose, gelide, colorate e tutte per noi sembrano lontane anni luce. In questo lunedí (che ho idea sia uno dei lunedí piú duri da affrontare un pó per tutti!) di pioggia, in cui ricominciare a fare il punto della situazione di un negozio molto trascurato e di varie richieste da discutere e affrontare (che é da una parte un pó spaventoso, ma dall'altra bellissimo, perché Gennaio é fatto anche di tanta carica ed energia per ricominciare tutto e bene, per me)  e tante altre cose di casa e di famiglia da affrontare, decisioni importanti da prendere, routine da ritrovare, dopo un weekend passato tra dichiarazioni dei redditi e freezer da scongelare, ho proprio voglia di tuffarmi nelle foto di quei giorni "magici". 
So che dopo l'Epifania (in Italia) e giá dopo Natale o il primo dell'anno (qui in UK) si pensa subito alla primavera, e io stessa ho voglia di toni pastello e bulbi da piantare e giornate che si allungano.. ma ho tante foto di posti e momenti di quei giorni di festa da ricordare e da condividere per cui mi perdonerete se, controcorrente rispetto al mondo web che é giá proiettato a uova da decorare e picnic sui prati, io mi coccolo e sollazzo ancora un pó tra corone alle porte, bacche rosse e abeti decorati.. e vi racconto ancora per poche settimane (prometto) di bellissimi giri invernali in luoghi incantati. 

***

On this gloomy, dark, wet and windy Monday, those festive, sunny, frosty and colourful December days to spend all together as a family seem so sooooo far away. On this rainy Monday (which I have a feeling, is possibly quite a hard one to deal with, not just for me, but for many of us!), when I would really have to go back to my usual routine, and start sorting out the situation of my very neglected shop, emails, requests (which is all a bit daunting, but also exciting at the same time, because January to me means "new beginnings" and going back on track with more energy and good willing), and many other house and family matters to sort, and very big decisions to take, and generally speaking going back to our usual lives, after a weekend spent between our tax returns and a freezer to defrost (oh, the fun!), I really feel like throwing myself into those magical December days just for a little longer. 
I know that after Epiphany (in Italy) and after either boxing day or new year day (in the UK), we are all already projected into Spring and to be honest I am also already very drawn to bulbs to plant, and pastel colours and longer days, so you will forgive me if, against the current web wave of Spring picnics and eggs to decorate,  I lounge around a bit longer among Christmassy wreaths, berries and decorated trees.. and if I tell you (just for another couple of weeks, I promise) about those beautiful wintry walks in some special enchanted places.








La settimana dopo Natale é stata meterologicamente la piú meravigliosa e perfetta che potessimo chiedere e desiderare. Le giornate corte (e le sveglie tardive ehmmm... ^_^) e il freddo pungente ci hanno reso difficili fare camminate lunghe vere e proprie, perché comunque con Adele diventa tutto un pó piú complicato, ma in ogni caso, quando possibile abbiamo fatto giretti nei dintorni, per assaporare la magia di quel periodo cosí allegro e festoso in alcuni dei nostri villaggi e luoghi preferiti. 
Questa foto sono tratte da un giretto dopo pranzo il giorno di Santo Stefano ad Avebury (Wiltshire). Lo avevo giá mostrato, forse anche piú di una volta, ma credo mai sotto le feste. Beh se questo luogo é normalmente davvero gia incantevole di suo, sotto Natale diventa ancora piú poetico. 
{la maggior parte delle passeggiate fatte non ho portato la macchina fotografica grande con me per comoditá, ma quel giorno si, sapevo che avrebbe davvero meritato e che non sarei stata delusa... e cosí é stato}

***

Weather wise the week after Christmas was just the most perfect and glorious we could ever have asked for. The very short days (joint with our lazy family who love to wake up very late on holiday) and freezing cold though, made it  a bit hard for us to have proper long walks, especially because with Adele everything becomes a bit trickier, but we managed to have a few local strolls anyway, to soak up all the festive atmosphere in some favourite local villages and in the countryside.
These pictures are from a stroll we took on boxing day in Avebury (Wiltshire).
I had already talked about this place in the blog in the past, but I don't think I had every shown it all dressed up for Christmas in here. Well, this village and its surrounding areas are  always absolutely magical and charming, but during the Christmas season it just becomes too enchanting and poetic for words.
{for most of our strolls I don't take the big camera with me nowadays, but on that day I did, as I felt the place would have been quite something and that it was probably worth the hassle of having the camera with me, and I certainly wasn't disappointed at all}








Mi lamento sempre del fatto che in inverno le giornate sono troppo corte e difficili da sfruttare, specie se si ha una bimba ghira che ha l'abitudine di fare pisolini di 2-3 ore ogni pomeriggio dopo pranzo, esattamente nelle poche ore di luce che rimangono da sfruttare. Ma in realtá  se il pisolino la piccola topina lo fa comoda comoda nel marsupio accoccolata su di me o sul suo papá ecco che il dopo pranzo diventa un momento perfetto da sfruttare perché ti permette di sfruttare le ore di luce piú belle e con il sole che scende cosí presto ti permette di godere di tramonti che fanno scoppiare il cuore da quanto belli sono. D'estate a queste latitudini il sole tramonta molto tardi la sera.. (anche dopo le 22..) per cui i tramonti difficilmente ce li godiamo in passeggiata, mentre d'inverno, e specie in questo Dicembre cosí spettacolare, abbiamo goduto di cosí tanti tramonti rosa che ho smesso di contarli! 

***

I always complain about the winter days being too short and with not enough time to exploit, especially if you have a dormouse-babygirl which has the habit of having a 2-3 hours nap after lunch, exactly when the best (and last) daylight hours to use are. But if she manages to have her nap all cuddled up in her carrier on me or on her dad, well, early afternoon becomes just the perfect time for beautiful walks. This time of the day has the most special golden light and it usually lets you end your walk all surrounded but the most breathtaking and colourful winter sunsets. At our latitudes sunsets come very late on Summer (even after 10pm..) so we can't enjoy them during our walks, but during these gorgeous December we managed to enjoy so many amazing pink sunsets that I have stopped counting them!









Grazie ancora una volta a chi é passato di qui, a chi mi ha lasciato commenti gentilissimi e a chi mi aspettava da tempo!!! Non credo il mio ritmo  futuro sará quello di questi giorni (ora sto sfruttando un pomeriggio di vacanze natalizie in cui ho sistemato un bel pó di foto! e quindi altri 2-3 post sono assicurati per le prossime settimane, poi si vedrá!) ma se riuscissi a postare anche 2-3 volte al mese sarei contentissima.. vedremo..

***

Thank you again to everyone who popped by, everyone who let some very kind comments, and to everyone who was waiting for me to come back!!! I strongly doubt that my future blogging rhythm will be as frequent as during these days (I am currently taking advantage of a holiday day where I spent a few hours sorting up and uploading pictures so I am ok for the next 2-3 posts... but in the future it will be a bit trickier!) but if I 'll manage to post also just 2-3 times a month I would be a happy bunny indeed... let's see...

Un abrbaccio


Photobucket