14 June 2016

{from mama with love} My first patchwork quilt... her first patchwork quilt...

Se non fosse stato per Adele credo che non mi sarei mai e poi mai e poi mai imbarcata in questa spaventosa avventura che era per me il mondo del patchwork e del quilting.. ma sono felice di averlo fatto perché ho scoperto che per molti versi questa avventura é stata, in fin dei conti, molto meno terrificante di quel che avevo sempre immaginato e vi voglio raccontare un pó com'é andata e se possibile darvi qualche piccolissimo consiglio che mi é stato utile, e puó esserlo anche a voi se siete principianti come me. 
Erano davvero anni che desideravo lanciarmi, ma non sapevo letteralmente da dove iniziare e pensavo ci volesse troppa pazienza e troppa precisione rispetto al mio modo piú easy e free di lavorare. Cosi, all'inizio della scorsa estate, con una pancia che cresceva e una topina che calciava li' dentro mi sono messa a cercare e studiare decine di tutorial in internet, a chiedere consigli ad amiche piú esperte di me e soprattutto ho fatto il passo forse piú importante, la scelta delle stoffe. 

***

If it hadn't been for Adele, I think I would have never ever thrown myself into the scary world of patchwork and quilting at all... and I am glad I eventually did it because I realised that on many aspects, this adventure was, at the end of the day, way less scary than I had been forecasting in my mind so I want to tell you a bit of how it went for me and maybe give you a couple of little tips that could be helpful for beginners like me.
I have been wanting to try to make a blanket for years but I honestly didn't have a clue about where to start from and also, I thought it required too much precision and patience compared to my usual easy and "free" style of working. So I started browsing among tutorials and videos on youtube, then asking for advice to some of my most experienced friends and then deciding which fabric to use, which was the most important step of all.


Un mix dei miei patterns preferiti (rose e fiorellini, righe, quadretti e pois) nelle mie tinte preferite (rosso, rosa, ecru) naturalmente! Non ho comprato nulla ma ho usato rimanenze e pezze che avevo giá in casa. Ho calcolato quanti quadratini mi servivano per la misura che volevo, e poi tagliato i quadratini cercando di distribuire le diverse fantasie in numero piú o meno uniforme. Per tagliare i quadrati ho iniziato dal tagliare lunghe strisce e poi dividere le strisce in quadrati. Alla fine devo dire che per questo passaggio ho impiegato molto meno tempo di quel che pensavo. Poi un bel pó di tempo l'ho invece investito nel creare una distribuzione armoniosa dei quadratini.. sposta e rimetti, cambia e ricambia, alla fine ho trovato una soluzione che mi piaceva e l'ho subito fotografata al volo per immortararla per riferimento e in caso di futuri dubbi o problemi.
(solo per riferimento la misura finale della mia copertina é risultata circa 98x76cm e ha 7x9=63 quadrati da 12 cm di lato incluso margine di cuitura di circa 0.6cm)

***

I decided on a mix of  my favourite patterns (roses and florals, stripes, ginghams and dots) in some of  my favourite shades (red, pink and natural) of course! I didn't buy any fabric, but used many remnants and pieces I had in stock at home. I calculated how many squares I needed for the size I had decided on, and then I cut the pieces trying to spread the different patterns in similar quantities among the squares. To cut the squares I first cut long stripes and then I divided them into squares. I have to say it took way less then I was expecting to. A much longer time was instead invested in deciding the layout of the different fabric patterns, after many attempts, and changes of mind, and square swapping and moving, I eventually found a layout I liked and I took a picture of it for future reference and just in case of any problem or doubt.
(just for reference my blanket final size is roughly 98x76cm. It has 7x9 = 63 squares measuring 12 cm each including seam allowance of approx. 0.6cm )


Naturalmente non potevo lasciare la mia bozza di coperta sul lettone in pianta stabile per cui mi é tornato utilissimo un consiglio della mia amica Marty, ovvero di creare dei mini mucchietti con i quadratini delle singole strisce (mi spiace non avere una foto e spero di riuscire a spiegarmi). Quindi ho preso la prima striscia e ho posato in ordine un quadratino sopra l'altro a creare un piccolo mucchietto ordinato ed infine per extra sicurezza ho posato sopra un post it con scritto "colonna 1", poi ho fatto lo stesso con la seconda colonna e via dicendo. Cosí al momento della cucitura avevo gia i mucchietti con le varie file pronte per essere cucite nell'ordine esatto.
Ho unito quindi i singoli quadratini a creare le varie strisce /colonne. E' abbastanza importante essere precisi nel mantenere un margine di cucitura sempre uguale per far sí che al momento di congiungere le strisce formate dai vari quadrati non ci siano sfasamenti nei punti di incrocio (inutile dire che io precisa precisa non son stata, anche se mi sono molto impegnata, e quindi gli sfasamenti ci sono stati eccome :) )

***

Of course I couldn't leave my blanket mock up on our bed forever so I made good use of an very helpful tip my friend Martina gave to me. I created little stashes of squares, one for every stripe of the patchwork layout. Unfortunately I don't have any picture to show you but I hope I can explain myself: I basically began with the first stripe/column on the left and I took one square at a time and put them one on top of the other from the first to the last, and at the end, just for extra safety I added a post it saying "First column". I did the same for the second column, the third one and so on. So when it was time to sew the stripe I had already all the stashes of the single with the squares all tidy and ready to be sewn in the exact order they were laid out originally.
So I joined all the little squares to create each stripe/column, one at a time. It's pretty important to be precise and always keep exactly the same seam allowance width to avoid the squares ending up slightly offset at the time of joining the stripes. (pointless saying that despite me trying my best, I wasn't precise enough so I had some slight offsets here and there but never mind! ;) )


Ogni volta che una striscia era finita e pronta spillavo un post it sul primo quadratino in basso con scritto per esempio "colonna 1 base" per ricordarmi che quella era la prima colonna e quello era il primo quadratino in basso della prima colonna. (se anche non fate questo passaggio potete comunque usare la foto della bozza iniziale di coperta, ma a me ha semplificato le cose avere tutto segnato e marcato).
Un altro passaggio importante é stirare ed appiattire i margini di cucitura sul retro dopo aver formato le strisce. Ci sono varie tecniche e vari modi di farlo, io ho scelto di piegare i margini di cucitura su lati opposti alternati per ogni colonna. Ovvero per capirsi, prima colonna, tutti i margini piegati verso l'alto, seconda colonna tutti i margini piegati verso il basso, terza colonna verso l'alto, quarta verso il basso ecc.ecc. Questo, al momento di unire le strisce, rende i punti di giunzione tra i vari quadrati meno spessi ed ingombranti.
Ho quindi unito le strisce tra di loro usando davvero una marea di spilli per cercare di evitare problemi di sfasamento di quadrati che comunque, ovviamente, ci sono stati :D Ma fa niente ;)

***

Every time a stripe was completed I used to add a little post it with a pin on the first square at the bottom saying for instance  "first column bottom" to remember that that was the first column on the left and that square with the pinned post it was the bottom one. (you can also avoid this step if you refer to the picture of the layout you took at the beginning but honestly it was quite helpful for me to have everything marked and easy to quickly read).
Another important step is ironing and flattening the seam allowances at the back after the stripes have been created. There seem to be various techniques and preferences, I chose to fold the seam allowance in an alternate way for every column. So for instance in the first column all the seam allowances have been folded towards the top, in the second column towards the bottom, in the third column towards the top, and so on. This becomes very useful when it's time to join the different stripes as the intersection areas between the squares can become quite bulky otherwise.
I then joined one stripe to the other using an insane amount of pins, to try and avoid any problems of fabric shifting and offsets.. but of course, I didn't manage to :D but again, never mind :)


Una volta finito di unire tutte le varie striscioline ed aver stirato per bene i nuovi margini di cucitura (non ricordo come ho fatto per questi ultimi sigh!) ed in generale tutto il neoformato top della coperta, é il momento di pensare a creare il "sandwich" (panino). Ovvero posizionare i vari strati della futura coperta uno sopra l'altro per essere cuciti tra loro. Alla base il retro della coperta (nel mio caso un pois rosso su fondo bianco), in mezzo l'imbottitura (io ho usato il warm and natural) e infine sopra il top patchwork appena creato. Essendo la prima volta, essendo io abbastanza imbranata ed imprecisa e poco pazientosa, essendo una cosa assai spaventosa per me ho deciso di "esagerare" e ho usato ben due sistemi di stabilizzazione del sandwich per extra sicurezza. Ho quindi usato la colla adesiva spray per patchwork per unire e fermare i vari strati (penso ce ne siano varie sul mercato ma io ho usato  la 505 di ODIF) e anche una marea di spilli da balia curvate da quilting come vedete qui sotto!

***

After all the stripes were joined and I again, ironed carefully all the seam allowance and all the blanket top itself, it was time to create the "sandwich". That means positioning the various pieces of the blanket one on top of the other to be sewn all together. At the bottom I placed the back fabric (which in my case was a simple polka dots cotton), then the wadding in the middle (I used warm and natural) , and finally the top of the blanket above all. Because it was my first time, and because I am quite clumsy and imprecise and not very patient I decided to exaggerate and use two different stabilising techniques for the sandwich. I used the fabric spray glue (there are probably many around but I used the 505 by ODIF) and a huge amount of quilting pins as you can see down here!


Ed infine l'unico momento che per me é stato davvero parecchio ostico (tutto il resto in confronto é stato una passeggiata) ovvero la trapuntatura :( Ho scelto una trapuntatura molto semplice, in pratica due file di cuciture ai lati della linea di giunzione tra i vari quadrati. Le prime strisce sono state abbastanza semplici, ma man mano che si proseguiva verso la fine della coperta e quindi si creava l'accumulo che andava arrotolato alla peggio sotto il braccio della macchina a destra, devo dire che ho iniziato a fare davvero fatica a mantenere le linee di cucitura dritte e ci sono state molte  ma molte imperfezioni. E tutta questa difficoltá l'ho avuta con una copertina piccola da culla. Non oso immaginare se dovessi creare una coperta di misura singola o addirittura matrimoniale.. :( Credo mi sarebbe impossibile trapuntare a macchina.. forse serve piú esperienza, qualche tattica particolare, una macchina piú grande da quilting o meglio di tutto farlo a mano ;)

***

And then it was time for the only step that really made me struggle a lot (the rest was a walk in the park in comparison): the quilting bit :( I chose to simply quilt along the sides of the sewing lines between stripes/squares. The first sewing lines were quite ok, but then the more I was moving towards the end of the blanket, with the need for trying to tidily roll the remaining part under the arm of the machine, the more difficult it was becoming to sew the lines and I ended up with so many imperfections. And I had so many problems with just a small cot sized blanket.. so I cannot even imagine how I could do a single size blanket or even worse a double size one.. :( I guess it would be impossible to machine quilt one for me... or maybe I need more experience, or some special trick.. or a quilting machine.. or maybe I'd better simply do it by hand ;)


La parte invece che ho amato forse piú di tutte e che é stata molto meno peggio di quel che pensavo é stata la creazione del bordino! Temevo davvero questo passaggio ma grazie a questo fantastico video tutorial (qui) posso garantire che é stata una vera passeggiata anche perché amo molto questi lavori ripetitivi da fare in relax accoccolati sul divano!

***

My favourite step was instead one that I was fearing quite a lot at the beginning, the binding! I was pretty scared of this step but thanks to this amazing video tutorial (here) I can guarantee you that it truly was extremely easy and also very relaxing as I love the kind of craft jobs you can do while snuggled up all cosy on the sofa!


Non si puó spiegare a parole la soddisfazione di vederla completata, e di rendersi conto che l'avevo fatta proprio io! Me ne sono totalmente innamorata ed é venuta fuori cento volte meglio di quello che potessi mai lontanamente sperare! 

***

I really can't explain with words the satisfaction I felt when I saw it all ready and completed, while realising I did truly made it myself! I am completely in love with it and it honestly has come out a hundred times better than I could have ever hoped for!


Grazie bambina mia, se non fosse stato per te che dalla pancia mi spronavi a crearti questa piccola coccola colorata credo avrei rimandato per sempre.. ci volevi proprio tu a far "coraggio" alla mamma!

***

Thank you my darling baby girl, if it hadn't been for you pushing and encouraging mummy from inside the bump to create this colourful "cuddle" for you, I think I would have been procrastinating forever... I really needed you to make me "brave" enough!


Ogni coperta patchwork fatta a mano che si rispetti merita e richiede di avere un'etichetta firmata personalizzata.. Io ammetto che ci ho impiegato quasi un anno per crearla, perché volevo fosse speciale e fatta con cura e amore. E cosí dopo aver completato la coperta a Luglio del 2015, l'etichetta é stata finita finalmente nel Giugno del 2016 ma meglio tardi che mai!

***

Of course every handmade patchwork blanket deserves and requires a handmade personalised tag... it took me almost a year to create mine, because I wanted it to be special and made with care and love. So after completing the blanket in July 2015 I eventually completed the tag during June 2016.. but better late than never!


Per crearla mi sono persino lanciata nell'imparare qualche punto di ricamo, tecnica che ultimamente mi sta stuzzicando parecchio. Come primo esperimento di punto vapore non posso lamentarmi, grazie a qualche video tutorial ho abbozzato questa rosellina che completa l'etichetta per la mia piccola Adele Rose (ve l'ho mai detto che il suo secondo nome é Rose? Mi era stato suggerito come primo nome da un'amica di blog e sia io che Nicola ce ne sono innamorati cosí tanto che alla fine abbiamo deciso di chiamarla cosi di secondo nome!)

***

To make the tag I even launched myself a bit into the embroidery world, that has been fascinating me quite a lot lately. For the first attempt of bullion stitch I can't complain too much, thanks, again, to a few video tutorials, I managed to create the litte rose that decorate the wording for my little Adele Rose (have I ever told you that her second name is Rose? It had been suggested as a first name by a blogger friend, and me and Nicola loved that name so much that decided to put it a second name!)


In questi mesi la coperta ha girato per la casa e spero diventerá un caro ricordo della sua infanzia, spero colorata e allegra come le fantasie che la rivestono.

***

During these months this blanket has been moving around the house and I hope it will become a dear memory and a reminder of her childhood, that I hope will be happy and colourful like the fabric patterns on it. 



Piú che come coperta in se' (per il lettino usiamo prevalentemente sacchi nanna, molto piu comodi che le coperte, e per il passeggino sarebbe un pó rigida e ingombrante) é sempre stata usata per lo piú come tappetino per giocare. Inzialmente con Adele distesa per qualche tentativo di rotolamento.... ma ultimamente é la protagonista dell'angolo giochi in salotto dove Adele passa parecchio tempo seduta contornata da cuscini, pupazzi, giochi e libretti!

***

More than a bed blanket (we mostly use sleeping bags for the night as they are definitely more comfortable and practical) it has always been used as a rug where Adele could play on. At the beginning she would lay on it and try and roll a bit... but lately it is the highlight of her playing corner placed on a side of the living room, where she sits and plays surrounded by cushions, toys, dolls and books!




A quando la prossima? Ho gia le mani che fremono :)
Buon patchwork a tutte se vi ho stimolato a provare... spero di si!

***

I can't wait to make another one as soon as possible! My hands are itching already :)
I hope I inspired you to try yourself.. it truly is worth a try!


Photobucket

40 comments:

  1. Ach, sweet baby and sweet quilt.

    ReplyDelete
  2. It's absolutely beautiful Federica! I must have a go myself one day.I've made a quilted cushion ( years ago) but you're an inspiration!

    ReplyDelete
  3. ciao carissima, l'esperimento e' riuscitissimo, e come hai visto non e' difficile come sembra. ho creato un gruppo nella mia citta' di patch (ora ci dedichiamo molto anche alla maglia) ed ho fatto sul mio blog dei corsi online free di varie tecniche, trapuntatura, applique', tra cui anche l'uso della taglierina, se ti interessano te li invio volentieri, sono completi di molte fotografie
    un bacio alla tua meravigliosa bimba

    ReplyDelete
  4. Beh, hai fatto proprio bene a lanciarti in questa avventura, il tuo è proprio uno splendido lavoro, adoro queste fantasie romantiche, brava!
    Un abbraccio e complimenti per la tua incantevole cucciola.
    Francy
    Francy

    ReplyDelete
  5. Beautiful !! the blanket, the baby !
    What a dear present to cherish for her.
    Thank you for coming back on your blog and sharing so much beauty with us

    ReplyDelete
  6. Ciao Fede!!

    Que inmensa alegría verte de nuevo por aquí!! Que preciosidad de bebé que tienes. ¡Muchas Felicidades! Entiendo perfectamente que la pequeña te ocupe todo el tiempo del mundo!! Yo también tengo un pequeñín de 20 meses y sé lo que es. Necesitan mucha atención y mimos. Es normal que nuestro hobby pase a un segundo plano.
    Me encanta el quilt que le has hecho a Adele. Seguro que le cogerá mucho cariño. A parte que es muy práctica porque puede tener muchas utilidades. Quizá en un futuro acurruque en ella a tus lindos gatitos.
    Ya te echábamos de menos. Yo me he acordado muchos días de ti y de como os iría en vuestra nueva etapa como papás.

    Un abrazo muy fuerte!!

    Marta
    3de2-cat.blogspot.com.es

    ReplyDelete
    Replies
    1. At last! I found the comment link. Your baby quilt looks wonderful, Federica! Adele Rose is a perfect name since you have shared how much you love roses.
      I couldn't believe Adele's wardrobe closet filled with so many clothes! I sewed a few things for my daughter when she was a baby but not near as many as when she started school - and even now - as a French Teacher!
      I'm hoping that you and your husband are speaking both Italian and English to her! This is the time that it will be so easy for her to acquire a 2nd language!!!

      Mary in Oregon

      Delete
  7. inutile ripetermi e ripetere tutti i complimenti...ma in effetti questa copertina è una vera chicca...nei colori, negli accostamenti...e nell'angolo della camerata sta una meraviglia!!! aver saputo lavorare un pochino a macchina quando erano piccoli anche i miei...(!!!) bacioni

    ReplyDelete
  8. Incantevoli e pieni d'amore,cosi'sono tutti i tuoi lavori...sopratutto da quando li fai per la tua piccolina.un bacio.


    DA Francesca elle. Alias il baule degli angeli

    ReplyDelete
  9. Your colours choices are just perfect. When you started quilting did you start in the middle? That should make it easier for you. Baby Adele is just gorgeous, Its lovely to see her grow. xx

    ReplyDelete
  10. è bellissima come la tua dolcissima Adela :-)

    ReplyDelete
  11. Dear Federica,
    such a lovely post!
    The quilt is sooo nice, wonderful fabrics you use!!
    And last but not least, sweet sweet Adele <3
    I love your blog :-)
    Kind Regards
    Nina

    ReplyDelete
  12. Proprio una bella soddisfazione. Anch'io ne avevo fatta una per i miei bimbi, ed ora che oramai sono cresciuti, la usano nelle sere invernali sul divano. È passato tanto tempo, ma a vedere questa mi verrebbe voglia di farne un'altra. E io le ho sempre quiltate a mano, che trovo sia un bel lavoro rilassante. Complimenti!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Una soddisfazione il fatto che le usino ancora da grandi.. una cosa bellissima! E riguardo il.quiltare a mano, hai proprio ragione.. infatti dev'essere uno di quei lavori rilassanti da divano che piacciono a me.. solo mi spaventa un pó perché non l'ho mai fatto (come tutte le cose nuove).. ma al prossimo giro, specie se la coperta sarà piú grande, studueró e mi lancerò
      Un abbraccio!

      Delete
  13. E' davvero strepitosa questa romantica copertina! Le tue indicazioni sono molto chiare, grazie Federica. E la tua bimba...una cucciolotta adorabile
    Ciao Susanna

    ReplyDelete
  14. La tua bravura mi sconvolge tutte le volte!! :)

    ReplyDelete
  15. Bentonata... bellissima Adele, Bravissima tu. Un abbraccio, Milena

    ReplyDelete
  16. Ciao, una sola parola: BELLISSIMA!
    Vincenza

    ReplyDelete
  17. Complimenti Federica è bellissima...chissà quanto sarà contenta la tua piccola Adele. Tornerò a leggere bene il tutorial, mi piacerebbe farne una anch'io, faccio parecchie cose con tecniche diverse ma questo tipo di lavoro non l'ho mai affrontato.
    Grazie per aver condiviso, un abbraccio,
    Laura

    ReplyDelete
  18. Altro che, vedendo le tue meravigliose creazioni non si può fare a meno di innamorarsene e di aver voglia di cimentarsi in qualche nuovo progetto!!!!La tua voglia di fare,la passione e la cura in tutto quello che fai sono altamente contagiose!!!Grazie Fede!!Inutile dirlo, la copertina è stupenda!!!!

    ReplyDelete
  19. WUAUUUUUU.....sono davvero senza parole.....è molto piacevole leggere i tuoi post.....come sempre mi fai sognare ad occhi aperti.....complimenti per la copertina.....ti è venuta benissimo!!!! La piccola Adele ne farà buon uso....un abbraccio!!!!
    lafatadeifiori.blogspot.it

    ReplyDelete
  20. La copertina è bellissima, ma la bimba è un capolavoro! Mi sono emozionata nell'apprendere che il suo secondo nome è Rose!
    Dalle un bacino da parte mia.
    Un abbraccio anche a te!
    Rosa

    ReplyDelete
  21. Ho realizzato solo due coperte nella mia vita....nn sono un esperta di patchwork...la prima 10 anni fa x me la seconda per la figlia di mia nipote un anno fa...volevo realizzare qualcosa di speciale che le rimanesse....e mentre ti leggevo ho rivisto i miei dubbi e le mie difficoltà ma a lavoro finito una soddisfazione immensa e ancora di più quando mio fratello, il nonno continuava a essere incredulo pensando fosse acquistata....ma la scatola personalizzata e il disegno centrale in tema lo dimostrano....il tuo è un lavoro d'amore, d,affetto, di passione per questo piccolo angioletto, nn potrà che essere un oggetto che la accompagnerà, per tutta la vita....auguri

    ReplyDelete
  22. Complimenti e saluttoni da Tenerife.....Adele e dolcissima....un caro abbraccio!!!!!
    Claudia

    ReplyDelete
  23. Molto bella la scelta delle stoffe, per non parlare della realizzazione... ho letto con vero piacere e interesse questo post poiché da tempo sto meditando anch'io di lanciarmi in questa avventura ;) solo che i miei sono tessuti di tappezzeria ; (
    Sono interessata anche ai sacchi nanna, li hai fatti te?

    ReplyDelete
    Replies
    1. No i sacchi nanna li ho acquistati. Son sincera.. per questa cose cosí delicate e riguardanti la sicurezza del dormire nei primi mesi (vedi tutte le precauzioni su sids ecc) son stata abbastanza paranoica e preferisco acquistare cose sicure e certificate.. ma sono certa che in giro per internet si troveranno tutorial per sacchi nanna.. puoi cercare con "baby sleeping bag tutorial" o "baby grobag tutorial"!
      Buon divertimento con la coperta!!!!!!
      Federica

      Delete
  24. Bentornata!!!
    E' sempre un piacere leggere i tuoi post!!!!
    E una gioia per gli occhi vedere le tue creazioni!!!
    Ti faccio i complimenti per la bambina, è bellissima!!!
    Ciao

    ReplyDelete
  25. La copertina è stupenda!!! Complimenti anche per l'etichetta... wow!!!
    Posso darti un suggerimento per la visualizzazione delle immagini? Perchè non inserisci l'opzione 'Mostra immagini con Lightbox'? Sono più facili da riguardare, e scorrerle come un album... L'opzione la trovi in Impostazioni > Post, commenti e condivisione' ^_^

    ReplyDelete
    Replies
    1. Sai che non sapevo proprio nulla a riguardo!! Mi sento molto blog-ignorante ora 😂 sigh!!! Appena ho un attimo guardo e vedo se riesco a farlo! Grazie per la dritta!!!
      Federica

      Delete
  26. Sono felice di leggere di nuovo i tuoi post. Complimenti per la dolcissima bambina. La coperta è un amore e poichè da qualche mese ho ripreso a cucire, sperimentando un primo approccio al patchwork, questo post mi è utilissimo. GRAZIE.

    ReplyDelete
  27. Sono felice di leggere di nuovo i tuoi post. Complimenti per la dolcissima bambina. La coperta è un amore e poichè da qualche mese ho ripreso a cucire, sperimentando un primo approccio al patchwork, questo post mi è utilissimo. GRAZIE.

    ReplyDelete
  28. ammiro moltissimo la tua pazienza e la voglia che hai di metterti in gioco imparando nuove tecniche, che dire, la copertina è meravigliosa, bellissimi in colori che hai usato (e che sono anche i miei colori preferiti), sei bravissima Federica, complimenti!
    per questo inverno spero di vedere le foto di un cappottino lavorato ai ferri come quello tuo, che adoro (io non me la sento di mettermi un lavoro così impegnativo) per la tua piccola cucciola Adele.
    un abbraccio e un bacio, Barbara

    ReplyDelete
  29. Che bella scoperta il tuo blog, sono diventata una tua fan!
    Questi colori sono adorabili davvero

    ReplyDelete
  30. Quanto amore a creare questa copertina per la vostra piccola Adele!!Bravissima!!Tanti bacioni e buon luglio!!!

    ReplyDelete
  31. Complimenti ! Un post delle meraviglie !
    Un saluto ,
    Franca

    ReplyDelete
  32. Federica, ma che bello!!! Che emozione leggere che hai scoperto il quilting! Io adoro i baby quilt, ne ho sempre almeno uno in produzione...
    Per la trapuntatura: a macchina è ostica, se il quilt è grande: ci vogliono le long arm, che permettono di arrotolare il quilt sotto il braccio e ovviamente si lavora metà coperta da un lato e metà dall'altra. Ci sono anche posti che trapuntano su commissione, per quelli matrimoniali. L'alternativa è trapuntare a mano il centro e a macchina i lati. Però la trapuntatura a mano raddoppia il valore del quilt ed è un piacere... ogni quilter preferisce una fase, non tutte amano quiltatre, ma io personalmente soffro se passo tre o quattro mesi senza. Prova!!! Per i quilt piccoli si può fare senza telaio; per i quilt più grandi si può usare il telaio rotondo (fantastuico! Me lo porto in vacanza, quest'anno) e per quelli matrimoniali si può costruire un telaio smontabile. Prova a dare un'occhiata qui! http://pepelovespatchwork.blogspot.it/2015/02/quanto-mi-mancava.html
    http://pepelovespatchwork.blogspot.it/2016/04/nuovi-strumenti.html

    P.S. Anche io amo molto la fase del binding!

    ReplyDelete
  33. Carissima Federica, è da un po (un bel po....) che non passo dal tuo blog.qualche anno fa eri una tappa quotidiana della mia giornata e in periodi un po negativi questo posto mi ha dato momenti di serenità inaspettati. Oggi ho avuto un po di tempo libero e mi sei venuta in mente ed è stato quasi come ritrovare una amica che non vedevi da tempo. Mi sono persino commossa nel vedere che anche tu come me
    sei diventata mamma da poco. ti augiro tanta felicità!

    ReplyDelete
  34. il patchwork è una malattia... una volta che inizi non smetti più!
    Troppo carina la tua topolina!

    ReplyDelete

Grazie di ♥ per prenderti un pó di tempo a lasciarmi un messaggio del tuo passaggio, mi dispiace di non essere spesso in grado di rispondere ma sappi che la tua gentilezza mi fa felice.

Thank you from my ♥ for taking some time and leaving a sign of your visit on my blog, I am so sorry to often not being able to answer back, but please rest assured your kindness makes me happy.