2 July 2013

Jam making (attempts!)

E cosí... un giorno di inizio luglio, per la prima volta nella mia vita... ho fatto la marmellata :) 
Mi sono sentita come uno dei topolini di Beatrix Potter tutti impegnati in cucina con pentole che bollono.. ma chi lo avrebbe mai detto che si poteva prendere un giorno, cosí .. .e fare la marmellata?! (lo so arrivo sempre tardi alle cose io ^_^)

***

And so... one day at the beginning of july, for the first time in my life... I made jam :)
I felt like one of the mice in the Beatrix Potter novels, all busy in the kitchen with boiling pots... well who would have thought that one day you could just decide it and make jam... just like that?!?! (I know I am always late with these kind of things ^_^)


Come sempre in internet e nei libri ho trovato tutto e il contrario di tutto. Mille e piú ricette e modi di fare, in base ad abitudini e gusti diversi. Io avevo fatto un tentativo la settimana scorsa ma non sono stata contentissima del risultato (troppo poco dolce per i miei gusti!) e uno questa settimana di cui invece son stata molto contenta e vi racconto qui sotto cos'ho combinato :)
Le dosi che ho usato sono quelle che si trovano nella maggior parte dei libri e siti di ricette inglesi. Su quelli italiani ho trovato dosi di zucchero molto piú basse ma sinceramente io amo la marmellata molto dolce per cui mi sono basata sulle ricette inglesi:
900 gr fragole
800 gr zucchero gelificante (con pectina)
succo di 2 limoni

***

As usual in the web and in some books I found everything and its opposite. One thousand recipes and different way of making it, based on different habits and tastes. I had made a trial last week but I was not too happy with the result (it wasn't sweet enough for my tastes!) so this week I tried again and I the result was much better, so here I am telling you all about it :)
I used the doses that I found in most of the british books and recipes websites I found around. On some italian blogs and websites I found much lower sugar amounts but I honestly love very sugary and sweet jams so I went with the british recipes:
900 gr strawberries
800 gr jam sugar
juice of 2 lemons


Come prima cosa ho lavato con acqua e detersivo i barattoli e i coperchi da riempire di marmellata e l'apposito imbuto di metallo e ho inserito tutto in forno a sterilizzare (140gradi per 30 minuti: trovato in internet.. spero sia corretto!). 
Cosí mentre si sterlizzavano ho preparato la marmellata.

***

First of all I washed with warm water and some washing up liquid the jars and the lids for the jam and also the metallic funnel and I put everything in the oven to sterilise (140 degrees centigrade for 30 minutes: I found this in the web and I hope if that is correct!)
While they got sterilised I started preparing the jam.


Ho tolto il gambetto e le foglie alle fragole

***

I removed the stalk and the leaves from the strawberries


Le ho messe nel robot assieme al succo di limone e allo zucchero (non é necessario, forse basta schiacciarle con qualche attrezzo, ma io son come i bambini: detesto i pezzi nella marmellata! per cui vai di mixer!)

***

I put them in the food processor together with the lemon juice and the sugar (it's probably not necessary, you can just mash them with some manual tool, but because I am like some kids and I hate finding pieces of fruit in the jam, I preferred using the food processor)


Ho messo il composto sul fuoco e ho inserito un termometro per alimenti (l'alternativa era il trucco del piattino nel freezer, che ho trovato in moltissimi siti, ma cosí, per una principiante come me, é stato piú semplice!)

***

I put the mixture on the hobs and I inserted a food thermometer (the alternative was using the plate in the freezer trick, which you can find in many websites, but being the first time for me, I preferred to play it safe)


Ho mescolato di tanto in tanto e aspettato aspettato aspettato (annusando nel frattempo il profumo delle mie uniche 4, ripeto 4 peonie sbocciate... meglio di niente dai!) e quando il composto bollendo bollendo é arrivato a 105 gradi centigradi ho spento tutto (ci sono voluti circa 20 minuti nel mio caso)

***

I stirred every now and again and I waited waited waited (in the meantime smelling the scent of my only 4 peonies from the garden... well, better than nothing I guess) and when the boiling mixture got to 105degrees centigrade I turned off the hob (it took around 20  minutes)


Nel frattempo é suonato il timer del forno, ho tirato fuori i barattoli (facendo attenzione a non toccarne l'interno!) e ho versato la marmellata aiutandomi con l'apposito imbuto.

***

In the meantime the ove timer rang, so I removed the jars (paying attention not to touch the inside) and I poured the jam on them using the apposite metal funnel.


Ho chiuso stringendo molto forte e ho capovolto per formare il vuoto d'aria e le ho lasciate li per qualche ora. (ndr non credo di aver formato il vuoto d'aria perché avrei dovuto versare la marmellata bollente e tappare immediatamente, ma non importa, useró queste marmellate a breve scadenza e per il prossimo giro studieró meglio la procedura)

***

I closed very tightly and I turned upside down to create a vacuum and I left them to cool down for a few hours (I don't think I created the vacuum though, because I needed to pour the jam while still boiling hot and close the lids straight away, but it doesn't matter, because I plan to use these jars straight away and with the next batch I'll study the procedure better)


Quella da conservare le ho ricapovolte e messe in dispensa e ne ho aperta subito una per assaggiarla!

***

I turned the ones to store and I put them in some cabinets and I opened one to try it straight away!


Risultato e pensieri:
- marmellata buonissima, dolce come piace a me, consistenza molto rigida (probabilmente grazie all'uso dell'apposito zucchero gelificante) direi perfetta!
- procedura: semplice, veloce e assolutamente non laboriosa!
- conservazione a lungo termine: non ci ho capito molto e ho ancora le idee molto fumose al riguardo :( in ogni sito e blog ci sono proposte e opinioni diverse e credo dovró studiare ancora a riguardo.  In ogni caso, intendo usare queste marmellate a brevissimo termine con alcune ricette che vi mostreró anche nel blog e, per le prossime marmellate che faró (da conservare per durante l'anno), studieró meglio il discorso sterilizzazione e faró altre prove.
- tutto sommato: assolutamente da rifare perché é stato divertente e semplicissimo! E perché oltre che per uso personale, la marmellata homemade é un regalo delizioso e, penso, molto apprezzato!

***

Results and thoughts:
- the jam was delicious, sweet as I like it, quite thick (probably thanks to the jam sugar) and simply perfect!
- the procedure was easy, quick and absolutely doable!
- long term storing: I didn't understand much about it and I am still a bit confused :( In every blog/wesite there are different proposals and opinions and I will need to study the matter more. Anyway, I plan to use these first jams quite quickly for some recipes I will also show you in the blog, and for the next ones (which I hope to store for next year) I will study the subject more in depth and I will make other trials.
- in summary: absolutely an experience to try again because it's been extra easy and fun! And also because besides personal use, homemade jam is a lovely gift that, I guess, everyone love!


Photobucket


ps: nel prossimo post vi racconto come ho decorato i vasetti e ci sará anche un piccolo regalino a riguardo che spero vi piacerá!

***

ps: in my next post I will show you how I decorated the jars and there will be a little-tiny gift related to that which I hope you'll enjoy!

44 comments:

  1. Buonissima la marmellata fatta in casa, la preparo sempre anch'io (a me però piace poco zuccherata ;-) )! Se vuoi sterilizzarla per farla durare di più puoi farlo nel forno come hai fatto per i barattoli: in una pirofila "a testa in giù" con circa tre dita d'acqua (l'importante è che copra il coperchio).
    Ciao,
    Barbara

    ReplyDelete
  2. Hi! I gave for your blog the nomination " top 7 cute blog in june " !It is ok?DON'T FORGET TO REPLY ME , PLEASE!)))

    If you or your friends want to see go to the http://zoom--me.blogspot.ae/2013/07/top-7-cute-blog-in-june.html

    ReplyDelete
  3. Buona..
    adoro le fragole..
    Brava Fede...

    ReplyDelete
  4. Mmmmmmmmm ..... i can almost smell your jam from my house ;o)
    It looks delish Federica and I'm very excited to see how you will decorate your jars!
    love jooles xxx

    ReplyDelete
  5. Meravigliosa, io la faccio spesso ed è eccezionaleeeeeeee

    ReplyDelete
  6. Bravissima! La tua ricetta sembra facile facile che vien voglia anche a me, che son negata in cucina, di provare.
    Grazie,
    Carla.

    ReplyDelete
  7. Anche io provai la marmellata l'anno scorso per la prima volta ed ho detto la tua stessa cosa... cosi semplice?
    Io per i vasetti faccio cosi... (perchè uso lo stesso metodo del ragù) li faccio bollire in acqua bollente li metto ad asciugare a testa in giu.
    Quando il ragu ha finito di bollire lo metto subito dentro il barattolo riempito fino in cima lascio solo un cm libero lo metto a testa in giu per fargli fare il vuoto. Lo rigiro solo quando si è raffreddato.
    Per la marmellata stesso consiglio.

    ReplyDelete
  8. Adoro anche io le marmellate fatte in casa perchè neanche a me piacciono i pezzi ;-D
    Io di solito le faccio bollire in acqua con il coperchio verso il basso, così sono sicura che si sigillino.

    ReplyDelete
  9. che buona la marmellata di fragole e stupendo il tuo blog!!

    ReplyDelete
  10. elle à l'air succulente cette confiture de fraise

    see you soon
    val

    ReplyDelete
  11. Come al solito sei una maestra!!.. Hai ricevuto il mio sms di sabato scorso?
    Un bacio
    Annalisa

    ReplyDelete
  12. Gnam!
    Io faccio cuocere le fragole dimezzate con lo zucchero e ogni tanto alla fine x togliere i pezzi passo il frullatore a immersione! ;-)
    I vasetti x avere il vuoto basta riempirli di più, fino circa mezzo cm dal bordo, tappi e giri subito! Poi quando son freddi i vasetti li rigiri e tocchi i tappi e vedrai che faranno il vuoto!
    X sterilizzare infine li faccio semplicemente bollire in un pentolone pieno d'acqua... Ma credo cambi poco!
    Le faccio fin da quando ero bambina... Mai avuto problemi di muffa o altro!
    Ultimamente uso lo zucchero gelidificante che così ce ne metto meno... Ehehe ne mangio tanta tutte le mattine e i pantaloni iniziano a tirare!
    Bacione!

    ReplyDelete
  13. Ops: faccio bollire vasi e tappi vuoti...

    ReplyDelete
  14. Hi Federica - I'm not an expert, but I think that you need to fill the jars right to the top? I think that this helps the preserving without the jam going mouldy. Like I said I'm no professional, but my Mum made jam all the time and that's what she did :-) x

    ReplyDelete
  15. buonissima!! Confermo che anche in trentino preferiamo meno zucchero ma la mangiamo anche se fatta con ricette diverse!! Per creare il vuoto noi immergiamo completamente i vasetti in pentolone d'acqua e facciamo bollire per una decina di minuti e li lasciamo giù fino a che non si raffreddano... altrimenti li tappi subito, stringi forte e li metti tutti vicini capovolti e avvolti in una coperta di lana per mantenere il calore e far si che si crei il vuoto :)

    ReplyDelete
  16. Anche io preferisco seguire i ricettari inglesi per le marmellate… forse perché l'amica storica di mamma, Fiona, era inglese, e io sono cresciuta con le sue marmellate! La mia preferita… arance amare!! Un abbraccio Fede!

    ReplyDelete
  17. Quest'anno anch'io l'ho fatta alle fragole (per la prima volta) e mi piace tantissimo. Ma al posto dello zucchero gelificante preferisco la buccia di limone o in alternativa una mela.
    In ogni caso... la soddisfazione e il gusto decisamente migliore che si può assaporare sul pane tostato per la colazione... non ha prezzo. Un piacere semplice ma di grande soddisfazione!
    Per conservarla meglio e fare il sottovuoto, meglio riempire il barattolo fino alla base della chiusura a vite (o l'aria all'interno è troppa per riuscire a fare il sottovuoto e si rovina velocemente).
    Kiss, Sonia

    ReplyDelete
  18. Che buona la marmellata di fragole! Secondo tu nella cucina dei topini di Beatrix saresti stata la regina!Un abbraccio cara!

    ReplyDelete
  19. Ciao da pochissimo sono incappata nel tuo blog.. è stato amore a prima vista! Adoro i tuoi lavori!!
    Anch'io amo cucire e creare ma riesco a produrre solo un centesimo di quello che ho in testa, a quanto pare tu crei a ruota libera...complimenti!! Beh brava anche per la marmellata fatta in casa per ora io la compero già pronta, ma non è la stessa cosa. A presto Elisabetta

    ReplyDelete
  20. Sono sicura cara Federica che diventerai bravissima anche con le marmellate! Per sterilizzare i vasetti li metto vuoti in forno caldo a 100' e li lascio più o meno 15 minuti. Dopodiché metto la marmellata bollente e chiudo i vasetti girandoli a testa in giù. Più sterilizzati di così.. Ti abbraccio. Paola

    ReplyDelete
  21. Non sono un'amante delle marmellate perchè sono troppo dolci per i miei gusti. Mangiavo solo quella che faceva mia mamma con le nostre prugne e poco zucchero rimaneva bella aspra come piace a me.

    ReplyDelete
  22. Una vera delizia Federica!!! Perdona la latitanza ma sono in montagna e poco presente sul blog.. Un abbraccio e complimenti ancora

    ReplyDelete
  23. Ma che brava...bellissime le foto passo passo della tua marmellata!!!Io uso la pectina da aggingere allo zucchero...per cuocere riduce il tempo a pochi minuti...è naturale e la marmellata buonissims!!!è il Fruttapec della Cameo!!!

    ReplyDelete
  24. Ehi...mille ne pensi e mille ne fai!!!!!!;))) baci!!!

    ReplyDelete
  25. Mamma che belle le tue foto! Anch'io ho appena fatto la marmellata (di amarene) e ho pubblicato il post giusto ieri ... è proprio il momento delle marmellate :)
    Bravissima, come sempre!!!

    ReplyDelete
  26. Anch'io mi diletto a fare marmellate. La scorsa settimana ho fatto quella di visciole e oggi ho fatto quella di ciliegie. Il metodo che uso per la conservazione a lungo termine è ormai collaudato da anni. Lavo barattoli coperchi e accessori per benino e asciugo con uno strofinaccio pulitissimo con cui poi copro gli stessi in attesa di essere usati. Verso la marmellata bollente nei vasetti e chiudo subito mettendoli sottosopra.
    Il giorno dopo avvolgo i vasetti con stracci riciclati da vecchia biancheria in disuso e li metto a bollire coperti d'acqua. Spengo dopo 20 minuti circa dall'inizio del bollore e lascio raffreddare.
    Una volta raffreddati li scolo, li asciugo, etichetto con la data di produzione e a volte metto un pezzetto di stoffa sul coperchio per decorare il vasetto.
    Spero di esserti stata utile.
    Ti mando un bacione...Iaia.

    ReplyDelete
  27. se ti abitui al gusto della marmellata fatta in casa, quella del supermercato non riuscirai più a mangiarla!
    Io la preparo tutti gli anni e di gusti diversi, la più gettonata: pesche-pere-vaniglia...rilascia un profumo mentre la preparo.....!!!
    ciao
    Erica

    ReplyDelete
  28. Ma tu pensa, frullare la frutta prima con lo zucchero invece che passarla quando è cotta... Geniale! Ah che scoperta qua da te cara!!!!!!!!
    Buona settimana!
    Silvia

    ReplyDelete
  29. Troppo forte! pensavo che già facessi marmellate dopo la descrizione del tuo giardino. Anche a me piace fare la marmellata e ho fatto tantissimi regali a Natale sempre apprezzati. Non riesco ad immaginare cosa farai con i tuoi barattoli.
    Tips personali: li riempio di più, volendo puoi mettere un pochino di liquore o alcool 95° a coprire la marmellata e li avvolgo in una coperta, non uno dei miei quilt, ma la vecchia coperta da stiro, quella del cavallo della I Guerra... Grazie per i tuoi scritti e foto mi fai uscire da questo buchetto e respirare. ciao Alex

    ReplyDelete
  30. Che buona la marmellata di fragole! :)

    ReplyDelete
  31. Mmmmhhhh... che goduria!
    Quella di fragole quest'anno non sono riuscita a farla, ma in compenso in dispensa ce n'è già un bel po' di quella di ciliege (del Podere, ovviamente!).

    P.S.: Per la conservazione lunga, chiudi subito i vasetti e, dopo averli riempiti tutti, avvolgili in una coperta e lasciali lì a raffreddare fino al giorno dopo. In tanti anni, mai buttato un vasetto (anche se metto solo 300 gr di zucchero per kilo di frutta) ;)

    ReplyDelete
  32. Gnam gnam che buone! Brava Fede ^__^ io per ora continuo a "pigrire" e a sfruttare la suocera che mi fa delle buonissime marmellate di lamponi e la mamma che mi regala la sua ottima di limone (la uso come topping nel cheesecake al limone...slurp!).
    un bacione cara <3

    ReplyDelete
  33. bravissima! fare marmellate dà veramente soddisfazione. in italia vendono le bustine di pectina per fare marmellate con proporzioni frutta/zucchero: 1:1 - 2:1 - 3:1, nel caso volessi attrezzarti per la prossima volta. sempre qui, ci sono i barattoli bormioli rocco, con il tappo che si cambia tutti gli anni (io a volte però lo riuso). per la conservazione io non sterilizzo prima, lavo solo con acqua bollentissima (e i guanti) e asciugo a testa in giù su un canovaccio pulito. a volte faccio bollire i barattoli pieni, ma solo se è roba da regalare perchè non so quando la usano. capovolgendo i barattoli a me durano circa da stagione a stagione. l'unico consiglio che mi sento di darti è: riepili un po' di più, fino a ca. 1cm dal coperchio. meno aria c'è, meno c'è il rischio che la marmellata si deteriori.
    un sorriso e... continua a produrre!! ;-)
    susina

    ReplyDelete
  34. ...Ti adoro! Non ci puoi credere ma mentre ti scrivo questo commento ho 2 pentolone che sobbollono di marmellata di albicocche! Come mi piacerebbe conoscerti di persona..spesso mi ritrovo nelle tue parole, nei tuoi racconti! Aspetto con ansia il prossimo post (come sempre, del resto!) Un forte abbraccio,

    Barbara

    ReplyDelete
  35. Bel reportage, ti consiglio di fare quella di more o di lamponi.... non ne posso più fare a meno nonostante non adori particolarmente le marmellate.Un bacio

    ReplyDelete
  36. Buongiorno cara Federica!
    Io la primavera scorsa ho fatto la marmellata di ciliege (le ciliege venivano direttamente da Marostica). Una delizia!
    Ho creato il famoso vuoto d'aria...e si sono conservate bene.
    In realtà ho usato il tuo stesso procedimento (non ho chiuso immediatamente il coperchio).
    Per questo tipo di marmellata non ho usato le pectina,ma una cottura molto lunga.
    Un abbraccione

    ReplyDelete
  37. TUTTO PERFETTO COME AL SOLITO!IO FACCIO LA MARMELLATA Più O MENO COME TE E RESISTE ANCHE PER UN ANNO.
    TI CONSIGLIEREI DI PIANTARE FRAGOLE E LAMPONI NEL TUO GIARDINO PER AVERE MATERIA PRIMA FRESCHISSIMA!!!
    ANNA

    ReplyDelete
  38. Ciao Fede, anche a me piace preparare la marmellata! Frutta frullata xché alle piccole iene piace così...
    I vasetti li lavo in lavastoviglie e poi in forno ad una cinquantina di gradi per farli asciugare, li riempio per bene e li capovolgo.
    Sono molto curiosa di vedere i tuoi vasi impreziositi, i miei col passare degli anni sono sempre + semplici :(

    ReplyDelete
  39. Già era "bello" da morire il tuo blog....ora è anche "buono".... traspare l'amore che ci metti nel fare le cose...complimenti Federica❤!

    ReplyDelete
  40. Ciao Fede,
    dev'essere buonissima la tua marmellata di fragole. Ma lo zucchero gelatificante lo trovo qui in Italia? io non ho mai provato a fare la marmellata, anche se tempo fa mi sono comprata un libro apposta e dovro' cimentarmi!
    Baci e coccole ai mici!
    Laura

    ReplyDelete
  41. ciao Federica, ti seguo sempre silenziosamente...ammirando l'armonia delle tue creazioni in stoffa.
    per il mio gusto, hai davvero talento nella scelta degli abbinamenti, nelle forme che crei,...poesia cucita!

    oggi ho apprezzato questo post culinario.sono così golosa!
    mi permetto di lasciarti il link ad un blog (non mio) in cui ho trovato utili e chiare spiegazioni per le marmellate.
    http://www.teonzo.com/2012/07/01/marmellate-e-confetture-spiegazioni-generali/

    ancora mille complimenti per questo tuo bellissimo blog! Eleonora

    ReplyDelete
  42. Ciao Fede!!
    Delicioso!!
    Hugs from Spain!!

    Marta
    3de2-cat.blogspot.com.es

    ReplyDelete
  43. Davvero bravissima!! adoro la tua cucina in stile shabby, molto semplice e dai toni chiari.
    E che dire delle splendide spiegazioni? Ottime!!
    Grazie.

    Il giardino Segreto
    Facebook

    ReplyDelete

Grazie di ♥ per prenderti un pó di tempo a lasciarmi un messaggio del tuo passaggio, mi dispiace di non essere spesso in grado di rispondere ma sappi che la tua gentilezza mi fa felice.

Thank you from my ♥ for taking some time and leaving a sign of your visit on my blog, I am so sorry to often not being able to answer back, but please rest assured your kindness makes me happy.