16 November 2018

Seasonal living - here comes autumn! (part 1 - September)

Vivere stagionalmente. Cosa significa? 
Per me significa cogliere tutto il bello che la stagione che stiamo vivendo offre, significa fare "bucket lists" di cose da fare per celebrarla al meglio, per goderne a pieno. Significa annusare gli odori di quella stagione, osservarne i colori, percepirne l'essenza.
Mi ritengo estremamente fortunata di vivere in un luogo del mondo in cui le stagioni cambiano, in cui il mondo intorno a me si trasforma in continuazione.. non potrei pensare di vivere in un luogo tropicale con l'estate tutto l'anno, indipendentemente dal fatto che non amo il caldo, ma mi mancherebbe proprio il cambiamento, l'attesa, lo stupore e la meraviglia della natura che si sveglia dopo un lungo inverno, delle foglie che si colorano d'autunno, del ghiaccio (e magari della neve) d'inverno.
Per quanto mi sará possibile nel poco tempo che riesco a ritagliarmi vorrei dedicare nel mio blog un pó di post a quello che per me é vivere la stagione. 
Facile farlo in autunno che é il mio periodo preferito.. un pó piu difficile sará farlo a febbraio quando stremata dal lungo inverno vorró solo vedere gemme e sognare picnic su prati.. ma ci si proverá. 

***

Seasonal living. What does it actually mean?
To me living seasonally means seizing all the things, that the season we are currently in, offers, it means making a "bucket list" of simple and little things to do to celebrate it, to enjoy it at its best. It means smelling the smells, staring at the colours, feeling the essence.
I feel extremely lucky to live in a place in the world where seasons change, where the world around me continually evolves and transforms.. I cannot imagine living in a tropical place where it's Summer all year long, regardless of the fact I am not a fan of hot weather, but I would really miss the changing of the seasons, the waiting, the wonder at the arrival of Spring, the colours of Autumn, the frost (and maybe snow) in Winter.
So as much as I will be able to, given the little time I can devote to my blog, I would love to celebrate the seasons with a few posts here too.
It's quite easy doing it in Autumn, as it's the season more dear to my heart... it will probably be a bit trickier in January or February, when I will be tired of the long winter and craving a picnic on a sunny lawn... but I will definitely try.






Poche pochissime parole, perché ne avrei tante da dire ma poi non riuscirei a postare piú di un post al mese.. per cui lasceró le foto parlare per me.. e lasceró che raccontino il nostro settembre... e le prime foglie colorate sugli alberi e sui sentieri, e le bacche rosa che quest'anno (vi accorgerete) son state e son tuttora un;ossessione, e le more da raccogliere e le marmellate da preparare, e i cardigan e i maglionicini per le passeggiate con i primi freschi del tardo pomeriggio (dopo un'estate inglese anomalissima e davvero incredibilmente caldissima), e gli ultimi giri in bici della stagione con quella luce particolare dell'inizio dell'autunno..

***

Very few words indeed, as I would love to talk and talk and talk, but then I wouldn't be able to actually post more than one post a month.. so I'll keep this short and I'll let the pictures speak for me... I'll let them tell about our welcome to Autumn, our September.. and the first colourful leaves on the trees and on our paths, and the pink berries that this year I have been (and still am) obsessed with, and the blackberries to pick and to make jam with, and the first cardigans and sweaters for our (finally) chilly evening walks (after such a long and extremely hot unusual British Summer), and the last bike rides of the season with that change in lights typical of the beginning of Autmn..






E le ortensie che prendono quel meraviglioso colore sfumato, e le castagne matte da raccogliere nel cestino della mini bici, e poi finalmente abbastanza freddo per mettere i berrettini nati dalle mani della mamma (arriverá un post presto), e profumo di erba bagnata, di terra, di legna... di autunno

***

And Hydrangeas taking that beautiful faded shade, and conkers to collect in the basket of her mini bicycle, and then the air finally cold enough to wear their mama made knitted hats (post to come soon).. and that smell of wet grass, of wood, of soil.. of autumn






..e scoiattoli e anatre da andare a trovare, a cui dare leccornie e con cui fare amicizia, e stivali di gomma dopo una lunga estate in sandali non stop, e biscotti e torte da fare assieme (con mille litigate nel mezzo perché fare i biscotti con una duenne quasi treenne non é proprio una passeggiata eh) perché che autunno é senza biscotti e torte fatte in casa, e funghi, ghiande, foglie colorate, ciclamini ed erica..

***

..and squirrels and ducks to feed and to become friends with, and wellies after a long summer in sandals, and cookies and cakes to make together (with a few tantrums in between, because making cookies with a 2 almost 3 years old is not a picnic at all!) because what kind of Autumn would it be without homemade cookies and cakes, and mushrooms, and acorns, and colourful leaves, and cyclamens, and heathers..







Potrebbero sembrare tutte cose ovvie, scontate, nulla di incredibile in fondo, ma per me é l'essenza di quel tanto agognato "qui ed ora" che mi é molto difficile attuare in pratica ma vivere la stagione intorno a me mi aiuta un pó. 
Qualche settimana fa ero al telefono con una persona molto cara dall'Italia (tra l'altro molto amante della natura) e parlando del caldo molto anomalo che c'era lí mi é venuto spontaneo chiedere "ma gli alberi han giá cambiato colore nonostante il caldo?" e la risposta mi ha davvero fatto pensare "Cambiato colore? mmmm non saprei, non ci ho fatto caso, mmm si forse si, le foglie son cadute in effetti, ma le han giá spazzate eh!"
Mi ha fatto pensare che in fondo anche io tempo fa non facevo caso se gli alberi avevano cambiato colore o meno. Forse avevo meno tempo per farlo, ma in realtá questo  é il periodo della mia vita in cui ho meno tempo ed energia fisica e mentale in assoluto quindi no, non é quello il motivo. 
Non so cosa sia cambiato in me, forse avere un giardino mi ha aiutato ad essere piú connessa con la natura e con le stagioni, non lo so, ma so che pur nel mezzo del trambusto che é la mia vita attuale con due piccoli terremoti ad assorbire ogni minuto delle mie giornate, son felice di notare queste cose ora, e di goderne a pieno e di celebrarle.

***

They could all seem very boring and obvious things, nothing so special at the end of the day, but for me, they are the essence of the "here and now" which I find so hard to really practice, but living the season, and looking around me all the time, helps me a bit.
Some weeks ago I was on the phone with a dear person, very close to me, (and a nature lover, by the way) in Italy, and this person was talking to me about how warm and unusual Autumn had been in Italy until then, so I don't know why, but it came naturally to me to ask "but what about trees? Have they changed colour despite the warm weather?" the answer was "changed colour? mmmm not sure really, I haven't noticed, let me think, mmm yes maybe they have, but they already cleaned the roads from the leaves!". This answer made me think. Some time ago, many years ago, I was the same. I would have never noticed if the leaves had changed or not. Maybe I didn't really have time to notice? Mmm not sure, as currently I am living the most busy and mentally and physically draining time of my life but despite this I am constantly looking around. I am not sure what has changed. Maybe having a garden made me feel more connected with the seasons. Not sure. What I know is that I am so glad that even in the middle of the most exhausting days I still have that need to look around and catch the beauty and the desire to celebrate it.







Spero nel mio piccolo di trasmettere questo anche ai miei bimbi, magari sará poco, magari sará niente ma magari vedranno il mondo intorno a loro con occhi piú curiosi e ameranno come me la meraviglia di questo lento scorrere delle stagioni e dell'incanto che ognuna di loro porta con se'.

***

I really hope I'll pass down all of this to my kids, maybe it's a bit silly, nothing very important, but maybe they will look at the world around them with curious eyes, and they will stare in amazement at the wonder of the slow flowing of the seasons and at the magic that each of them brings.


Photobucket

13 comments:

  1. Grazie per le bellissime foto ! E complimenti per i tuoi splendidi bambini!!

    ReplyDelete
  2. È sempre un piacere leggerti Fede! Condivido pienamente il piacere del cambiare delle stagioni e delle meraviglie che ci riservano; foto come sempre stupende...un bacione, Giuliana ��

    ReplyDelete
  3. Un placer tener noticias tuyas y ver estas fotos tan bonitas. Muchas gracias por compartirlo. Saludos desde España.

    ReplyDelete
  4. Tutto semplicemente splendido 💟

    ReplyDelete
  5. Grazie cara Federica, grazie che sei ritornata. Ti ho pensata molto in questo periodo, sono felice per te, hai una bellissima famiglia e sei una mamma speciale.
    Mi sono mancati i tuoi post,le tue foto, i tuoi colori, i tuoi fiori,i tuoi maglioncini rosa ( che sono un po'anche i miei) grazie mille per condividere tutto questo con noi.
    Un abbraccio, Barbara.

    ReplyDelete
  6. Tranquillità e soavità.......

    ReplyDelete
  7. Cara Federica, grazie per darci la mano e permetterci di accompagnarvi nelle vostre splendide passeggiate autunnali. E soprattutto, grazie per aprirci le porte del tuo nido lindo e confortevole, senza farci sentire intrusi ma ospiti beneaccetti! E' tutto così tenero e delicato. Non ho dubbi che i tuoi figlioli recepiranno tutto l'amore per la Natura, le cose belle e buone che gli stai trasmettendo.
    E sarà un gran piacere gustare ancora tante tue belle foto.
    Un abbraccio Susanna

    ReplyDelete
  8. Ciao Fedeerica, che piacere ritrovarti on line! Tornavo ogni tanto sul tuo sito in cerca di nuovi post ma poi causa tristi vicende personali che occupavano tutto il mio tempo, ho mollato internet. Oggi finalmente torno e trovo gli ultimi bellissimi post e anche le foto del nuovo arrivato, Leonardo. E come è creciuta Adele! Sono entrambi deliziosi, le tue foto come sempre stupende, mi trasportano almeno con il cuore e la mente nel posto che più amo al mondo, i Cotwolds. Sono sicura che anche i tuoi bimbi ameranno come te la bellezza della natura e dei suoi ritmi, perché hanno una mamma amorevole che gliele insegna. Sai, il triste evento cui mi riferivo è stata la malattia prima e poi la scomparsa della mia adorata mamma. Lei mi ha insegnato e trasmesso l'amore per tutte quelle piccole/grandi cose che ancora riempiono la mia vita: la natura, il tramonto, il Natale, la campagna, il calore della casa, le dolcezze della vita semplice. Bentornata, mi sei davvero mancata perché leggerti è sempre un piacere che mi porta in un mondo che amo. Silvana

    ReplyDelete
  9. Felice di averti ritrovata sempre meraviglie crei i tuoi splendidi figli e tutto ciò che fai .un grande abbraccio da una nonna padovana trapiantata a Roma.

    ReplyDelete
  10. ma ti ho lasciato con una piccolina e senza più post e ora ti ritrovo con due figli? grande! felice di saperti operativa e con un bel "da fare".! in bocca al lupo. :)

    ReplyDelete

Grazie di ♥ per prenderti un pó di tempo a lasciarmi un messaggio del tuo passaggio, mi dispiace di non essere spesso in grado di rispondere ma sappi che la tua gentilezza mi fa felice.

Thank you from my ♥ for taking some time and leaving a sign of your visit on my blog, I am so sorry to often not being able to answer back, but please rest assured your kindness makes me happy.